FUA 2009... IL PEGGIO DEL PEGGIO

Roma -

IL PEGGIO DEL PEGGIO………DEL PEGGIO.

(Accordo Fondo Unico di Amministrazione 2009 per l’Amministrazione Centrale)  

 

Lo scorso 2 dicembre i  territoriali di CISL e UIL insieme alle loro RSU e a quella della UGL hanno firmato, in quattro e quattro otto, il peggior accordo di tutti i tempi sul FUA per l’ Amministrazione Centrale.

Infatti CISL e UIL, strafregandosene delle richieste espresse con forza dai lavoratori nelle assemblee e nella petizione firmata da centinaia di colleghi, hanno chiesto di essere convocati per la contrattazione sul fondo 2009 relativo all’Amministrazione Centrale e lo hanno prontamente sottoscritto.

Dopo un Contratto Integrativo tutto sbilanciato a favore dell’Amministrazione anziché incentrato  sui bisogni e le aspettative dei lavoratori, CISL e UIL, appoggiate dall’UGL, firmano un FUA 2009 che regala il 60% delle risorse da distribuire e quantificato in cinque distinte quote alla volontà e all’insindacabile giudizio dei dirigenti.

Insindacabile perché nel paragrafo 3.3 dell’accordo, dove si prevede il contraddittorio tra lavoratore e dirigente sull’assegnazione delle quote, la decisione finale spetta sempre e comunque al dirigente e, quindi, ogni confronto appare inutile come inutili sono stati per il 2008 i contraddittori richiesti ed effettuati dai lavoratori che non hanno dato nessun esito positivo per gli stessi.

Unica concessione sarà che per attribuire la quota zero dovranno essere prodotti atti nei quali si dimostri che il lavoratore nel corso dell’anno abbia demeritato. Questa più che  una garanzia  suona come  un invito ad incentivare i richiami e le sanzioni disciplinari. In sostanza: una solenne presa in giro per i lavoratori !!! 

Le garanzie o sono reali o sono solo fumo negli occhi !!

La distribuzione avverrà, dunque, attraverso quote da uno a cinque (esempio quota base 300 euro, quota massima 1500); tutto questo senza espressamente prevedere il divieto nei confronti del dirigente di attribuire la quota zero così come da noi richiesto: (Esempio quota zero = zero carbonella !!! Le orecchie da somaro saranno previste nella prossima contrattazione!).

Questa distribuzione effettuata sul 60% delle risorse creerà sperequazioni fortissime penalizzando una notevole parte dei colleghi che, come se ce ne fosse ancora bisogno, vedranno ridotta al lumicino la retribuzione del salario accessorio a vantaggio di pochi.

Come al solito, più realisti del re, a due passi dall’applicazione del devastante Decreto 150 (Brunetta), invece di cercare di strappare in sede di contrattazione una distribuzione economica più equa (almeno per quest’ anno), le OO.SS. e le RSU firmatarie, ratificano i desiderata dell’Amministrazione e del Governo  confermando il loro ruolo espressamente notarile.      

A tutto questo si aggiunga che, anche in questa occasione, le RSU della ex Solidarietà Sociale non sono state convocate e procederanno a separata contrattazione nella quale sarà, certamente, presentato “a conguaglio”  il precitato accordo.

Un accordo pregresso firmato in altra sede, a queste condizioni e contro la volontà dei lavoratori.

Se qualcuno poteva nutrire ancora qualche dubbio sul ruolo complice delle OO.SS. firmatarie sia del Contratto Integrativo sia dell’ accordo FUA 2009 auspichiamo, quantomeno, che se lo sia cavato del tutto.

Sulla questione relativa all’art. 7 informiamo i lavoratori che, la Federazione Nazionale RdB Pubblico Impiego ha diffidato con atto stragiudiziale il Direttore Generale del Personale del Ministero Salute a fornire le motivazioni, i criteri e le cifre esatte dei  soldi prelevati per il 2008 dal fondo Salute e che sono stati utilizzati per il personale di diretta collaborazione con il Ministro.

 

Roma, 07.12.2009               p RdB/CUB – Coordinamento Nazionale Lavoro e Politiche Sociali

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni