Addio ai certificati medici cartacei

La circolare esplicativa del dipartimento della Funzione pubblica

Roma -

Da domani, trascorsi 15 giorni dal decreto interministeriale del 26.02.2010, nei casi di malattia dei dipendenti pubblici, il medico dipendente del Ssn o convenzionato, o la struttura pubblica, attestanti l'assenza lavorativa per malattia del personale della P.A. potranno inviare il certificato direttamente all'Inps in via telematica. Una procedura che diventera' obbligatoria fra tre mesi, quando terminera' il doppio regime che consente ancora il rilascio del certificato cartaceo da parte del medico. Con sanzioni pesanti nei casi di inosservanza dell'obbligo che costituiscono illecito disciplinare e che, in caso di reiterazione, comportano il licenziamento o, per i medici convenzionati, la decadenza dalla convenzione. Sara' cura del lavoratore fornire, nel corso della visita, al medico curante o alla struttura sanitaria pubblica, la propria tessera sanitaria da cui si desume il codice fiscale. E tramite lo stesso codice fiscale e il numero di protocollo del certificato il lavoratore potra' poi accedere direttamente al sistema Inps per visualizzare il relativo attestato di malattia.

Questo č quanto evidenzia  la circolare esplicativa n° 1/2010 del dipartimento della Funzione pubblica.